Linea diretta 328 2354171

Sei un cattivo pagatore o sei un eroe ?

Sapevi che puoi ottenere un prestito anche se sei un cattivo pagatore ?

Il mondo attuale ci sottopone a prove davvero difficili, a volte insormontabili.

Le buste paga e le pensioni sono sempre più basse e i soldi non bastano mai.

E poi c’è da considerare la CRISI che ha eroso la capacità di reddito e i risparmi di tutti noi.

Questo fa sì che per gli acquisti importanti siamo costretti a fare delle rate e, purtroppo, può capitare che, in certi mesi, non sei proprio in grado di pagare tutte le rate dei prestiti.

Può succedere.

Una volta pagato il mutuo (o l’affitto) , pagata la rata per la macchina, pagata la bolletta del gas e della luce ecc. ecc. ecc. non rimangono più tanti soldi e , a volte, non sono sufficienti.

A maggior ragione se capitano degli imprevisti: multe, spese condominiali impreviste, problemi di salute o lutti

Quindi può capitare che si debba ritardare il pagamento di qualche rata od addirittura saltarne qualcuna…

Succede però che se non saldi nel giro di pochi giorni puoi finire nella lista dei cattivi pagatori. Questo non vuol dire che sei diventato una cattiva persona, vuol dire solo che nonostante il tuo continuo impegno ti sei trovato in momentanea difficoltà e non ce l’hai fatta.

Adesso però è un guaio. Se tu ora avessi ancora bisogno per una spesa imprevista, ad esempio per l’auto che si rompe o per la caldaia da cambiare o per il bagno che perde o chissà cos’altro, il finanziamento ti viene negato.

Non vuol dire che tu sia diventato una cattiva persona, vuol dire solo che, nel sistema impietoso del credito, se ritardi anche solo di poco, sarai visto con sospetto.

E ora ?

Non so se lo sai ma esiste un prodotto finanziario che abbiamo solo in Italia e che ti può aiutare in queste situazioni. In Germania e in Francia non avresti scampo. In Italia puoi ottenere aiuto.

Questo prodotto si chiama cessione del quinto dello stipendio ( o della pensione) che è il prodotto finanziario dove la rata concordata (che può essere massimo il quinto del reddito) viene addebitata direttamente sulla busta (o sulla pensione).

Quando vedi nelle pubblicità la frase “ANCHE A PROTESTATI” si parla proprio di questo prodotto.

Ora potresti pensare che questo tipo di finanziamento sia per gli “sfigati” (scusa il francesismo, ma serve per farti capire)

Ti dimostrerò che non è così.

La cessione del quinto è nata nel 1950 in una Italia da ricostruire dopo i terribili eventi della guerra. Qualcuno sostiene che il legislatore abbia inventato questa forma di finanziamento allo scopo di evitare il sovraindebitamento. Io la penso diversamente. Io penso che lo Stato abbia ritenuto oppurtuno dire al sistema creditizio: “ i miei dipendenti (i dipendenti dello Stato) possono esser finanziati senza problemi perché la rata verrà addebitata direttamente sulla busta”.

L’Italia ha poi vissuto un miracolo economico che è quello degli anni 60 e da paese agricolo e raso al suolo siamo diventati , negli anni 80, la quinta potenza economica mondiale. La quinta potenza economica mondiale. Merito dei nostri nonni (o padri) che si sono dati davvero da fare.

La cessione del quinto ha dato il suo piccolo contributo a questo miracolo ?

Io penso di si perché la cessione ha aiutato migliaia di persone che non avevano nessuna garanzia se non quello di avere uno stipendio fisso.

All’inizio questo era un prodotto riservato ai dipendenti dello Stato. Successivamente questa possibilità è stata estesa ai dipendenti privati e successivamente ai pensionati.

Anche se non ce ne rendevamo conto, fino alla crisi del 2008, vivevamo in un periodo di “vacche grasse”. Il lavoro c’era e l’economia tirava. I prestiti personali classici e i mutui venivano accordati con facilità (forse, con senno di poi, con troppa facilità…)

Forse quello era il periodo dove la cessione era proprio il prodotto per chi aveva difficoltà ad ottenere un prestito personale in un periodo in cui i prestiti venivano concessi a tutti…

Dopo l’inizio della crisi il discorso è cambiato.

Prima della crisi se volevi   acquistare una casa da 100 metri quadri dovevi spendere circa 250.000 euro. Ma non era un problema. Ti ricorderai della bolla speculativa di quel periodo e della facilità di ottenere il mutuo anche al 100% (o oltre).

Se tu prendevi 1.300 euro al mese e il tuo coniuge altrettanto, non c’era problema a pagare mutui con rata mensile di 800 o 900 euro al mese. E i mutui venivano concessi anche se non avevi liquidità o addirittura se avevi dei debiti.

Ma poi è iniziata la crisi. Alcune ditte hanno chiuso, altre si sono trasferite all’estero, altre si sono ridimensionate e hanno licenziato molti dei propri dipendenti.

E tu o il tuo coniuge (o entrambi) avete perso il lavoro.

Come si fa a pagare un mutuo da 800 euro al mese con un reddito di solo 1.300 euro? Semplice, non si può pagare..

Non pagando la rata vai nella lista dei cattivi pagatori. Tu e il tuo coniuge che ha firmato come coobbligato. E se sei nella lista dei cattivi pagatori non ti finanzia più nessuno.

Tu sai che sei una brava persona e sai di avercela messa tutta. Non è tua la colpa se c'è la  crisi, semmai è colpa delle grosse banche e delle speculazioni . Ma nei guai ci sei tu.

Ipotizziamo che tu abbia bisogno di una macchina perché quella che hai ora , dopo un lungo e onorato servizio di 15 anni e 300.000 kilometri percorsi , ha deciso di tirare le cuoia.

Probabilmente non provi nemmeno a chiedere in banca, ti riderebbero in faccia. Anche andare in un autosalone a chiedere informazioni sarebbe solo una pena.

Ma della macchina hai bisogno. Per andare a lavorare, per portare i bimbi a scuola, per fare la spesa.

La cessione ti salverà.

Alla fine è questo che voglio dirti. Puoi fare solo la cessione del quinto dello stipendio e, come vedi,  questo prodotto sta dando il suo piccolo contributo all’Italia per  superare la crisi internazionale.

La cessione ha aiutato l’Italia nel suo miracolo degli anni 60 e sta dando il suo contributo alla rinascita dopo la più grave crisi economica che ci sia mai stata.

In fin dei conti non sei solo un cattivo pagatore. Sei un EROE, che, nonostante tutto, stai resistendo, dando alla tua famiglia un tenore di vita accettabile.

Non bisogna assolutamente vergognarsi di chiedere questo tipo di prodotto. Se vuoi saperne di più contattami per una consulenza gratuita.

Dopo 20 anni e migliaia di clienti finanziati troverò la soluzione anche per te.

 

 

 

Please follow & like us 🙂

Autore: Max Pinzuti

Tel: 328 2354171

mail:info@emmepifinanziamenti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per rendere l’esperienza di navigazione dell’utente più facile ed intuitiva. Utilizzando il sito ne accetti l'utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi