Linea diretta 328 2354171

Finanziamenti FAI DA TE ? No consulenti esperti ? Ahi , ahi, ahi!

I finanziamenti "FAI DA TE" non sono mai una buona scelta.

Forse ricorderai una vecchia pubblicità: “ Turisti fai da te ? No Alpitour ? Ahi, ahi, ahi!”

 

Questo vale anche nel settore dei finanziamenti.

Te lo dimostro con la storia di Paolo che è un mio nuovo cliente.

Paolo aveva bisogno di un prestito e , come è giusto che sia , si stava informando .

Innanzitutto ha sentito la sua banca ma, avendo appena concesso un fido di cassa, non poteva accordare un altro prestito , almeno per il momento.

Quindi Paolo ha cominciato a fare delle ricerche su internet.

Non essendo pratico del settore, ha cominciato a fare richieste in vari portali.

Su alcuni di questi inseriva solo il nome e la mail per essere ricontattato.

Su altri, purtroppo, ha inserito tutti i suoi dati , compresi i dati del datore di lavoro e il reddito e , senza che se rendesse conto, stava inserendo una richiesta in banca dati.

Naturalmente il portale riportava il fatto che i dati sarebbero stati utilizzati per l’inserimento di una pratica in banca dati, ma Paolo, non essendo esperto del settore, non lo aveva capito ed era convinto che stava solo richiedendo informazioni.

E si è inguaiato seriamente.

Devo ammettere che io sono contrario a questi portali. I finanziamenti sono una cosa seria e , prima di fare qualsiasi inserimento in banca dati, bisogna consultarsi con un esperto .

I finanziamenti FAI DA TE non sono mai una buona scelta.

Paolo si è inguaiato perché adesso aveva due richieste di prestito respinte, una dalla sua banca e una dalla finanziaria a cui aveva chiesto tramite internet.

Paolo non capiva come mai non volessero fargli il prestito. Lui è una brava persona, ha sempre onorato i suoi impegni.

E aveva bisogno di quei soldi.

Mi è sorto anche un dubbio: e se Paolo avesse, per errore, inserito dei dati sbagliati quando aveva fatto la richiesta ? E se invece di reddito 1.500 avesse inserito reddito 150 ?

E se avesse messo le spunte dei posti sbagliati ?

Magari sarebbe bastato inserire correttamente la pratica e poteva avere una approvazione .. chissà.

Comunque rimaneva il fatto che Paolo aveva avuto un altro esito negativo. Aveva ricevuto una mail (automatica) che la pratica era stata respinta..

Paolo fece quello che avremmo fatto tutti: ha chiesto ad una altra finanziaria. Ancora.

Anche questa volta ha ricevuto un esito negativo. Ancora.

Purtroppo due pratiche respinte in banca dati sono un motivo valido per qualsiasi finanziaria per non valutare positivamente la richiesta: “ se le altre finanziarie non ti hanno fatto il prestito, perchè dovrei farlo io ?”

Ma Paolo non lo sapeva e ha continuato imperterrito a fare richieste su richieste, accumulando una sensazione di ansia sempre maggiore. Lui è una brava persona, ci sarà pure qualcuno che se ne accorgerà prima o poi..

Santa Ingnoranza…

Poi mi ha incontrato.

A differenza di tutti gli altri gli ho chiesto se voleva venire in ufficio per PARLARE DI PERSONA

A differenza di tutti gli altri gli ho chiesto quale era lo SCOPO della sua richiesta.

A differenza degli altri gli ho chiesto se aveva ALTRI FINANZIAMENTI IN CORSO e per quanto era impegnato mensilmente

A differenza degli altri non gli ho chiesto solo quanto prendeva al mese, ma anche DOVE LAVORA, se prende la TREDICESIMA e QUATTORDICESIMA, se fa degli straordinari, se ha delle INDENNITA’ o RIMBORSI.

A differenza di   altri gli ho chiesto se aveva fatto ALTRE RICHIESTE DI PRESTITO recentemente e che esito aveva avuto.

A differenza degli altri NON ho inserito la richiesta, perché sarebbe stata respinta.

Ci siamo quindi messi a tavolino per trovare una strategia . Sarebbe stato inutile inserire una altra richiesta in banca dati, anche per un importo piccolo. Troppe richieste in banca dati respinte. Era necessario aspettare un paio di mesi perchè la banca dati si "ripulisse".

Ma, soprattutto, sarebbe stato inutile inserire la pratica anche se non ci fossero state altre richieste in banca dati perchè... Paolo stava già pagando troppe rate.

Si sarebbe intrippato . In breve si sarebbe trovato  in difficoltà per i troppi impegni e avrebbe smesso di pagare.

Che Fare ?

Ormai Paolo era disperato. Non poteva aspettare ancora.

Per fortuna Paolo lavora per una ditta di Modena che, pur non essendo grande, è una ditta sana.

Siamo riusciti ad impostare una operazione con la rata sulla busta paga.

Paolo voleva solo 3.000 euro e voleva un prestito a parte.

Mi sono rifiutato: avrebbe aggiunto una altra rata a quelle che ha in corso e si sarebbe messo nei guai.

Era necessario chiudere qualche prestito, abbassare l’impegno totale mensile, consolidare delle posizioni.

Per fortuna mi ha ascoltato.

Paolo si poteva risparmiare settimane di tentativi, di porte chiuse in faccia, di umiliazioni.

Se anche tu, come Paolo, vuoi provare a  finanziarti con il FAI DA TE , fai pure.

Ma forse ti conviene prima fare due chiacchiere con me.

Tu dirai : “ma quanto mi costa la tua consulenza”

Nulla, è GRATIS.

Siccome sono un agente in attività finanziaria iscritto all’albo il mio conpenso fa parte del finanziamento nel caso venga approvato e nel caso a te vada bene procedere.

Quindi cosa aspetti?

 

 

Please follow & like us 🙂

Autore: Max Pinzuti

Tel : 328 2354171

Mail: info@emmepifinanziamenti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per rendere l’esperienza di navigazione dell’utente più facile ed intuitiva. Utilizzando il sito ne accetti l'utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi